Venerdì, 17 Febbraio 2017 10:52

Recupero dati hard disk: non congelarli!

Scritto da 

Per quante misure di prevenzione si prendano, può succedere che un hard disk si rompa per mille motivi: incidenti, errori di diversa indole, la loro durata “naturale” o qualcosa tanto semplice quanto frequente come cancellare per sbaglio i dati.

Quando un hard disk non viene riconosciuto dal sistema operativo fa rumori strani oppure non sembra dare segni di vita. In questi casi, se non si ha un backup dei dati, sia che si tratti di un supporto personale o di lavoro, recuperarne i dati è una necessità. In base all’importanza dei dati si agirà tempestivamente e oculatamente, magari rivolgendosi a un’impresa per recupero dati hard disk che può garantire un risultato professionale.

Certo è che, se contattiamo un’impresa specializzata, in prima battuta, avranno bisogno di alcune informazioni e non potremo chiamarli dicendo soltanto: “Salve, il mio hard disk è rotto”, ma dovremo spiegare almeno i sintomi della rottura che abbiamo notato. senza dubbio, al primo malfunzionamento dobbiamo immediatamente smettere di usare il supporto e correre ai ripari, prima che sia troppo tardi.

 

Quando accade una rottura, la prima cosa da considerare è se siamo davvero in presenza di un errore fisico o di software. A volte, effettivamente, potrebbero essere errori banali che non necessariamente causano perdita di dati, magari l’hard disk può non funzionare perché un filo è collegato male, oppure manca un drive che possa leggerlo. In questi casi è ovvio che la soluzione al problema è molto semplice.

Quando preoccuparsi?

Quali sono gli errori gravi per cui incorriamo in una perdita di dati? Potrebbero esserci guasti nelle testine, danni ai dischi, errori nel firmware.

Se connettendo un hard disk questo si accende ma emette un rumore strano (tipo un clac ripetuto regolarmente) allora è probabile che sia un problema meccanico, dovuto a errori di lettura della testina o a una lesione dei dischi oppure, l’unità potrebbe non essere riconosciuta dal BIOS all’avvio del PC.

Una impresa specializzata possiede un servizio tecnico che ha a disposizione ambienti, strumenti e pezzi di ricambio. Certo, questa è un’opzione costosa, per questo è fondamentale capire quale sia davvero la nostra necessità.

Quello che di sicuro non devi fare (mai) è seguire il consiglio di chi ti dice che per il recupero dati hard disk è necessario congelare l’unità e sai perché? A meno che tu non abbia un hard disk molto vecchio, sappi che i nuovi dischi sono fatti con materiali e tecniche diverse e potrebbero perdere completamente i dati, inserendoli nel congelatore e quindi aggiungeresti un problema più grande a un problema risolvibile.

In ogni caso, anche se il nostro hard disk è nuovo di zecca, è sempre importante fare dei backup delle cose più importanti, in quanto ogni componente meccanico potrebbe avere un milione di problemi causati da moltissimi fattori (anche l’errore di fabbrica, ad esempio), ma poi le soluzioni a questi inconvenienti sono spesso poche e limitate e spesso si riducono a una, l’intervento di esperti di recupero dati hard disk per mettere al sicuro i nostri preziosi dati.

Letto 363 volte